lunedì 12 dicembre 2011

Sono un'apprendista Zen ( I love myself )


Nella colonna laterale del blog della mia amica Teresa c'è una frase, un pensiero zen breve ma illuminante:

Non cercate la calma intorno a voi
ma dentro di voi.

Mai come in questo periodo tali parole mi risuonano dentro e mi scuotono.
La mia ansia ha raggiunto livelli insostenibili ed io che sarei una persona che ama vivere nella sua tranquillità non accetto più ogni interferenza esterna alla mia serenità.

In questi giorni si parla tanto di corsa ai regali di Natale ,ma io non ho voglia di mescolarmi a quelle orde impazzite, rivoglio il Natale delle tradizioni, delle piccole cose, delle telefonate ai parenti che non si sentono da molto tempo, delle cartoline d'auguri spedite con affetto.
Ricordo con piacere che quando ero piccola, dopo la messa della mezzanotte, andavamo a bere la cioccolata a casa dei miei zii, per scambiarci gli auguri e fare festa.
Ho bisogno di rieducarmi al Natale, al suo vero spirito.
Ad eccezione dei bambini e di qualche amica, abbiamo deciso in famiglia di non farci il regalo, perché ogni anno si riduceva ad una corsa dell'ultimo minuto, senza sapere bene cosa comprare.
Se avrò tempo preparerò qualcosa con le mie mani.

Tutto questo mi porta a riflettere ed ad ammettere che la mia giornata inizia di corsa...sveglia di fretta, portare i bimbi a scuola anticipatamente, corsa al lavoro che già arrivo con 15 minuti di ritardo, affrontare un lavoro impegnativo ( duplicato in dieci anni ma nello stesso tempo! ) che ti chiede di essere veloce, efficiente e umanamente presente.
Accumulo una stanchezza ed una tensione che quando torno a casa inevitabilmente riverso sulla mia famiglia...NO, questo non mi va!!

E' un cammino lungo...lo so, ma è già molto prenderne coscienza e fare il primo passo, per ristabilire quell'ordine interiore necessario ad armonizzare tutto il resto. Certe cose non potrò cambiarle ma il mio atteggiamento nell'affrontarle sì!!

Incomincio da un libro...Quaderno d'esercizi per rimanere zen in un mondo agitato, scelto tra molti in mio possesso, un libricino di esercizi per allenare il mio spirito e la mia mente all'armonia e a quel benessere che curano anche il corpo.

E così, matita alla mano, affronto le prime pagine e apprendo un primo importante concetto:

"Essere ZEN significa innanzitutto ESSERE SE STESSI nella realtà quotidiana,
essere cioè consapevoli nel momento presente."

E questo si raggiunge attraverso due regole fondamentali:

- Cercando prima di tutto la semplicità
                                                  - Cercando sempre il gesto giusto

Appreso questo mi cimento in un test e qui mi accorgo che nella scala Zen sono un'apprendista Zen e lo devo segnare colorando di azzurro il piolo corrispondente nella scala e la cosa mi rincuora perché pensavo di essere messa molto peggio! ;)


E questa mattina a casa ho sperimentato subito la necessità di rallentare le mie azioni, pensando, mentre riordinavo e spolveravo, ai gesti che stavo compiendo, senza la fretta di dover finire al più presto.

Sarò capace oggi di affrontare allo stesso modo il lavoro?
Prometto di impegnarmi! 
Felice giornata a tutte.

Post pubblicato da Mammasorriso

28 commenti:

  1. son sicura che riuscirai...anche nel lavoro...per natale la penso proprio come te:basta con i regali di corsa all'ultimo minuto...regalerò un sorriso e un bel biglietto

    RispondiElimina
  2. Questo percorso serve anche a me, anche la mia ansia è ai livelli alti questi giorni, anche se non per il motivo dei regali. Ma i motivi si trovano sempre nella vita di una mamma.

    RispondiElimina
  3. Sono d'accordo con te, in questa vita frenetica andiamo sempre troppo di corsa e trovare un momento per rilassarci o solo per 'ritrovarci' è un'utopia. Fai bene a provarci, chissà prima o poi potrei provarci anch'io. Baci. ;D

    RispondiElimina
  4. Queste due o tre frasi che hai scritto mi hanno fatto riflettere, cerco sempre di godermi il momento che sto vivendo ma è proprio vero che a volte la vita di tutti i giorni ti richiede una rapidità di azione che ci fa distrarre dalle nostre buone intenzioni!

    RispondiElimina
  5. non sai quanto sono d'accordo con te...e quanto mi faccia riflettere questo tuo post! è vero, siamo sempre troppo di corsa, e il mio stress finisce dritto dritto in famiglia...dai, sono sicura che ce la farai! :)
    (anche noi quest'anno i regali li facciamo solo ai bimbi, e per il primo anno sto comprando questi pensierini senza stressarmi troppo!)

    RispondiElimina
  6. L'ho comprato anch'io quel libro.....lo rispolvero in vacanza perchè adesso più che zen sono incasinata!

    RispondiElimina
  7. Cara mia, sei sulla giusta strada. La domanda è "Che ore sono?" e la risposta "Adesso". La domanda è "Dove sei?" e la risposta è "Qui". Così, semplicemente, e soprattutto, consapevole del momento presente. Di questi argomenti ne potrei parlare a lungo perché li trovo interessantissimi e mi stimulano tanto, magari quando ci ritroveremo... Buona settimana.

    RispondiElimina
  8. Cara mia, sei sulla giusta strada. La domanda è "Che ore sono?" e la risposta "Adesso". La domanda è "Dove sei?" e la risposta è "Qui". Così, semplicemente, e soprattutto, consapevole del momento presente. Di questi argomenti ne potrei parlare a lungo perché li trovo interessantissimi e mi stimulano tanto, magari quando ci ritroveremo... Buona settimana.

    RispondiElimina
  9. Oddio che belle parole, voglio lasciamri ispirare. anche io zen, anche io. Ma tu dici che basta un libro? Credo di essere un caso disperato.

    RispondiElimina
  10. Magari mi dai qualche lezione online?!

    RispondiElimina
  11. Ho preso questo quaderno tempo fa... ora lo cerco perchè mi serve proprio... spero non sia già finito negli scatoloni...
    Grazie!!!

    RispondiElimina
  12. @ Valeria: grazie! oggi è stata una bella giornata al lavoro...Per Natale sono convinta che noi mamme possiamo fare molto per cambiare le cose e mi sembra di capire che più o meno siamo tutte della stessa idea! un bacione
    @ Tatiana: i regali sono solo una riflessione, la mia ansia viene dal quotidiano, dalle normali cose che fa una mamma lavoratrice con due bimbi scatenati... dico poco!!! ;)
    @ Nikita: vale la pena provare, assolutamente! :)
    @ piacere di conoscerti: hai ragione, è questo che voglio cercare di fare...cercare di ridurre il più possibile quella distrazione dalle buone azioni! baci
    @ pink: ce la voglio fare!! Sì, il Natale non deve essere uno stress...se lo è vuol dire che stiamo sbagliando tutto! ti abbraccio
    @ Elisabetta: in vacanza è ancora meglio, hai più tempo per riflettere!! ;)
    @ Teresa: ancora una volta in sintonia noi due! cos'è questa storia della domanda e della risposta? interessantissimo...perchè non ne scrivi un post? potrebbe essere molto utile affrontare quest'argomento! una abraçada
    @ mogliemammadonna: ehh, non ho la preparazione per fare lezioni online!! ma scrivo le mie riflessioni e spero di far riflettere. Magari un libro non fa miracoli ma senz'altro stimola al cambiamento e aiuta a prendere coscienza che è necessario modificare qualcosa per stare meglio. Vale la pena provare. :)
    @ Tatina: questo o un altro libro che magari ti ispira di più e iniziare quando ci si sente pronti! baci

    RispondiElimina
  13. uff. quando sono tranquilla penso sempre di farcela, ma appena ci sono momenti di sovraccarico penso di non farcela più..
    la mia ricetta è stare in contatto con le persone con cui sto bene, quello di solito funziona.
    Al di là del fatto che BISOGNAVA fare i regali, abbiamo cercato di mettere l'accento sul FARE per cui li abbiamo davvero fatti da noi, ci abbiamo messo giorni, abbiamo collaborato tutti, e la festa riprende un senso.
    Però quando il lavoro ti chiama in tre situazioni contemporaneamente è dura staccare...

    RispondiElimina
  14. @ vogliouna mela blu: anche a me succede spesso così!!
    Ottimo modo di prepararsi al Natale e poi voi siete bravissimi! ti abbraccio

    RispondiElimina
  15. Ciao carissima!!! che bel cammino hai intrapreso! ce la farai, ne sono sicura!
    anch'io ho due libretti della stessa collana, sono fatti davvero bene! mi sa che mi devo procurare anche questo, sai come sono messa ultimamente e forse mi aiuterebbe ad affrontare tutto nella giusta prospettiva!
    e anch'io andavo a bere la cioccolata calda dopo la messa di mezzanotte... che bei ricordi! noi quest'anno stiamo vivendo l'avvento leggendo un bel libro che parla di un orsetto in viaggio verso Betlemme per conoscere il piccolo Gesù. è così difficile trovare libri che parlino di Gesù a Natale (ormai c'è solo Babbo Natale).
    anche noi a Natale ormai ci scambiamo i doni solo per i bambini e ti dirò che quest'anno, non avendo tempo di farli da me, si va di libri! tanti libri per tutti e spero di regalare un sorriso proprio attraverso i libri che ho scelto!
    sono sconclusionata, perdono, vado a letto!

    baci :-)

    RispondiElimina
  16. Mi Sto arrivando! proprio che me lo compro. potrebbe essere carino anche come regalo di Natale, che dici?

    RispondiElimina
  17. quando scrivo MI SA in automatico mi scrive STO ARRIVANDO, ancora non ho capito che diavolo succede alla mia tastiera!
    sorry

    RispondiElimina
  18. Questa riflessione la conosco benissimo ed ogni giorno penso a rallentare ma poi le cose da fare nel quotidiano sono quelle e non c'è niente da fare ... però questo libro lo voglio provare a leggere :)

    RispondiElimina
  19. Ciao!! mi piacerebbe invitarti a partecipare al mio giveaway di Natale. In palio ci sono dei premi davvero belli...
    Spero ti possano piacere! Questo è il link al contest: http://paneamoreecreativita.it/blog/2011/12/giveaway-di-natale
    Buona giornata
    Linda :)

    RispondiElimina
  20. Credo che tu non abbia letto il mio post del 19 novembre. Vacci, mi raccomando! Una abraçada.

    RispondiElimina
  21. anch'io mi ritrovo in molte cose che hai scritto, io con lo stress non riesco molto a conviverci, almeno non per tempi lunghi. Questi quaderni devono essere proprio interessanti, li cercherò sicuramente. Un abbraccio, con la dovuta calma, e a presto.

    RispondiElimina
  22. ciao, mi piace molto il tuo blog e in questo mi ci ritrovo particolarmente... comprerò il quaderno ne ho assoluto bisogno ;-)

    RispondiElimina
  23. secondo me ce la fai, sì.

    (bello quel libro, lo voglio!)

    baci

    RispondiElimina
  24. @ Smile: i libri vanno sempre bene! :)
    @ mogliemammadonna: pefetto come regalino di Natale,e poi non costa molto. :)
    @ solitamente: sì, sembra tutto fatto per metterci i bastoni tra le ruote...dobbiamo fare un bello sforzo per riuscire nell'intento!!
    @ Linda: grazie!
    @ Teresa: hai ragione me lo sono perso!!!
    @ ma il cielo: non si può resistere così, ci dobbiamo volere più bene...iniziare pian piano ma fare qualcosa! un bacio
    @ Laura: grazie, benvenuta! :)
    @ Franny: sì, lo devo a me stessa! bacio

    RispondiElimina
  25. stupendo quel libro... devo metterlo nella wishlist e soprattutto leggerlo e metterlo in pratica... quanto ne ho bisogno ....

    RispondiElimina
  26. Ciao, sono capitata qui per caso ... inteessante questo libro: stavo proprio cercando un libro di consigli zen per mio marito che sta vivendo un periodo molto brutto a causa di una malattia e ha bisogno di ritrovarsi.

    RispondiElimina
  27. @ EligR: ciao, benvenuta! mi dispiace per tuo marito, spero ne trovi la forza.
    E' un libricino semplice, non troppo impegnativo, secondo me è indicato per un primo approccio, poi ci sono tante altre letture interessanti...anch'io mi ci sono appena buttata, ma quando troverò qualcosa di interessante ne parlerò di sicuro.
    in bocca al lupo :)

    RispondiElimina
  28. @ Kriegio: grazie di essere passata! la mia wishlist ormai è lunghissimaaaa! ;)

    RispondiElimina

Mi piacciono i commenti, mi piace il confronto.
Se ti fa piacere lascia la tua opinione...farò il possibile per risponderti.
NB: i commenti ANONIMI sono al momento sospesi causa SPAM!

Related Posts with Thumbnails